Soluzione innovativa per misurare la pressione nella produzione di Biogas

Soluzione innovativa per misurare la pressione nella produzione di Biogas

L’analisi microbiologica è una parte importante del processo di produzione di biogas. In ciò vengono utilizzati trasmettitori combinati di pressione e temperatura della STS.

L’Istituto di Agraria e Zootecnia Institut für Landtechnik und Tierhaltung del Bayerische Landesanstalt für Landwirtschaft (Istituto Nazionale per l’Agricoltura della Baviera) studia, tra le altre cose, l’influsso delle sostanze attivanti o tossiche sul processo di produzione di biogas. Al contrario dei processi continuativi a flussi continui in una centrale a biogas tali ricerche potenziali vengono condotte in procedimenti batch discontinui. Per queste ricerche è stato sviluppato appositamente un mini sistema batch installato su trasmettitori combinati di pressione e temperatura della STS.

Misurazione dell’attività microbica

Al fine di garantire un controllo affidabile della temperatura, indispensabile in tali ricerche per via del fondamentale significato per l’attività microbica, il mini sistema batch viene immerso in un bagno d’acqua. All’interno sono disponibili 33 stazioni di misurazione, così che si testino dieci varianti e una prova campionein modo parallelo e, statisticamente parlando, significativo. La misurazione dell’attività microbica avviene indirettamente tramite la continua determinazione della produzione di biogas con l’aiuto dei trasmettitori di pressione ATM/N della STS.

Per poter poi determinare la produzione di metano, si analizza periodicamente la composizione del gas ad un gascromatografo. I trasmettitori ATM/N, dopo l’aggiunta di 100 ml di contenuto fermentatore in bottiglie SchottDuran da 300ml, sono in grado di registrare l’aumento esatto della pressione risultante dalla produzione di biogas. In questo modo è possibile ottenere sia una valutazione statistica precisa e un calcolo dell’aggiunta delle sostanze nel processo della produzione di biogas, sia un confronto tra varianti.

Sensori combinati con ampio campo d’utilizzo

Il vantaggio principale dei sensori combinati per la pressione e la temperatura è il rilevamento di entrambe le variabili del processo con un solo connettore di pressione. Il sensore di temperatura si trova nel mezzo e offre un campo di misurazione compreso tra  – 25 … + 50 °C. Tutti i collegamenti sono saldati e rispettano il grado di protezione IP68. Questo ha il vantaggio di poter impiegare i sensori, oltre che nell’industria, anche per applicazioni nelle industrie alimentare e farmaceutica. Altre tipiche applicazioni dei trasmettitori sono da ricercarsi nell’ingegneria impiantistica e meccanica, nelle tecnologie di controllo e calibrazione, nelle tecnologie di processo, nell’ingegneria ambientale così come in quella navale. Inoltre, nell’ambito industriale degli impianti a biogas i sensori vengono impiegati per determinare il livello di riempimento nei fermentatori.

I seguenti parametri contraddistinguono il sensore di pressione: intervalli di misura da 0 … 50 mbar fino a 0 … 25 bar,alta dinamica e precisione(< 0,1 % FS), adeguamenti meccanici ed elettrici agli utilizzi dei clienti sulla base del sistema di costruzione a blocchi del fornitore. Su richiesta sono disponibili anche versioni a sicurezza intrinseca. Grazie a queste caratteristiche tecniche i sensori di pressione sono adatti a diversi settori di impiego nella tecnica di misurazione e nell’attrezzatura di banchi di prova o di sistemi di calibrazione.

Pubblicazione originale:   INDUSTRIELLE AUTOMATION 2/2014